Anche se c’è forse un campo in cui la fotografia non può dirci nulla di più di ciò che vediamo con i nostri occhi, ce n’è un altro in cui ci dimostra quanto poco i nostri occhi ci consentano di vedere.
Dorothea Lange

 

Genova è una città di mare, e come tutte le città di mare ha attraversato momenti difficili nella sua storia, la città sembra un po’ piegata su se stessa dopo il crollo del ponte Morandi ma proprio i suoi cittadini la salveranno dalle difficoltà.

Nel mio breve weekend ligure ho trovato che la speranza non muore a Genova, una è la nascita di una piccola bimba figlia di una mia carissima amica che ormai vive a Genova e poi la spensieratezza di Noemi.Noemi è di genitori napoletani, è in realtà una scugnizza, ha soli 8 anni  ma sembra molto più grande è spigliata anzi anche chiacchierona, simpatica e intelligente, le piace tantissimo stare al centro dell’ attenzione e sa già come mettersi in posa, ho notato che è molto sensibile e buona.

 

La mamma Concetta la segue in ogni sua mossa e ravviva il fuoco di questa passione per la fotografia e la recitazione con enormi sacrifici e da quest’ anno si è impegnata molto facendo recitazione perché adora recitare è cantare.

Ridendo e chiacchierando con noi ci ha detto che da grande vorrebbe fare l’attrice e la cantante e devo ammettere che se si impegna può fare tutto, è una bimba incredibile.Ha voluto partecipare a questo progetto perché fiera di essere rossa spesso infatti le dicono ” Ma che bei capelli” e lei ha imparato ad apprezzarli e a goderseli, anzi ha imparato ad usarli già come se fosse una persona adulta.Si vede che le crea piacere far parte di una cosa speciale che riguarda le persone che hanno questa caratteristica, un libro di donne solo rosse, e lei si ritiene tra le fortunate !

 

Add your comment